Nostalgia canaglia

piazza Azzarita
piazza Azzarita

Per chi c’era e per chi l’ha persa, posto l’ultima euforica notte dell’Aquila. 16 giugno 2005 foto scattata dal Bar Atlantico prima dell’arrivo della squadra.
A questo proposito un aneddoto: la mattina mi telefonò un mio caro amico, era in una libreria in centro e mi disse che aveva trovato, quasi per caso, un libro in cui c’era questa frase:

Dio!
Malgrado tutte le preghiere che Ti rivolgiamo
le nostre guerre le perdiamo sempre.
Domani affronteremo una nuova battaglia
grande davvero.
Abbiamo più che mai hisogno del Tuo aiuto
per cui lasciami dire una cosa:
‘quella di domani sarà una battaglia dura,
non roba da bambini:
Perciò Ti prego
non mandarci in aiuto Tuo figlio,
vieni Tu.
Che è una preghiera di Koqo, capo della tribù africana dei Grikuasa, prima della battaglia contro gli Afrikaner nel 1876, dal libro  “La prima guerra del football e le altre guerre di poveri” di Ryszard Kapiscinski edito da Feltrinelli.
Bellissima e calzante sulla nostra storia: me la faccio dettare, la impagino con una effe scudata dietro, la stampo e l’attacco sul computer. Poi esco e vado a vedere la partita a casa; sappiamo come abbiamo vinto quella partita! Poco dopo la fine della partita mi chiama il mio amico e mi dice: “E’ venuto lui!
Dopo qualche giorno al t-shirt con “E’ venuto lui” era in vendita al point.

16-6-05 è venuto lui!
16-6-05 è venuto lui!

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS

2 Responses to “Nostalgia canaglia”

  1. Marina says:

    Si aveva il cuore che scoppiava dalla felicità, si girava per le strade impazziti dalla gioia, ci si abbracciava con persone che neanche conoscevi………..ed oggi preoccupazione per il domani che verrà, ogni giorno si legge il giornale in attesa….già in attesa di che? Che venga in aiuto di nuovo LUI!!!!!!!!!!!!

  2. Larry says:

    Negli ultimi tempi, evidentemente, Lui è un po’ distratto

Leave a Reply