Lealisti o Rifondatori?

Lealisti o Rifondatori? · Rifondatori o Lealisti?

Ciao a tutti, oggi ho ricevuto (ma me lo aveva preannunciato) una mail di Sandro Serenari scritta in questi giorni da Budapest dove si trova per lavoro.
Me la sono riletta un paio di volte e vi dico: esprime bene quello che in questi giorni provo, condivido tutto, solo non ho ancora deciso. O forse sì ma non ho ancora portato il bicchiere alla bocca…

Le vicende che hanno travagliato la Fortitudo pallacanestro negli ultimi 2 anni dimostrano che nella nostra Città qualsiasi opinione, depistaggio, convincimento scagliato a vanvera,  può crescere fino a diventare presunta verità, quando la grancassa del consenso batte colpi ripetuti e ossessivi.
È stato scritto, detto e bisbigliato di tutto – così come il suo esatto contrario; non c’è stato tifoso però che in questo periodo abbia rinunciato a macchiare la versione dei fatti con l’inchiostro delle proprie maliziose opinioni, facendo riferimento a talune informazioni raccattate da qualche tale meglio aggiornato degli altri, in possesso di certe rivelazioni in grado di far apparire o di smascherare supposte trame mai dimostrate.
Una battaglia combattuta nel discredito, in un appiccicoso brusio e nell’antagonismo di interessi imprenditoriali travestiti da salvatori della bandiera.
Siamo tutti frastornati, disorientati, in questa continua evoluzione e contraddizione; nulla è però più pastoso ed irritante di chi ancora cerca di imporre la propria improbabile coerenza dall’alto di quel tipico “io l’avevo detto”, che risulta tediosa in bocca a chi avendole tentate tutte, è probabile che ne abbia immaginata una verosimile.
Se le parti imprenditoriali non troveranno un accordo, il 19 luglio non sarà soltanto un’altra riunione di tifosi, di associati e di simpatizzanti; assisteremo ad una diaspora inarrestabile, ad un “8 settembre” del tifo Fortitudo, che potrebbe degenerare in uno snervante consumarsi di rivalse, scelte di fazione, a premio del miglior compromesso.
Lealisti (per la 103) contro Rifondatori (per la SG); tifosi contro tifosi .
A ciascuno la forza del proprio convincimento, per tutti invece il premio dell’incoerenza e di un calice aspro: entrambi i bicchieri, per diverse ragioni, sono colmi di piscio caldo e nessuno può pensare di festeggiare deglutendo con il sorriso.
Per questo non mi convincono i distinguo politici, gli appoggi con riserva, i “si” condizionati che rimbalzano in queste ore: si scelga senza vanto e senza rivendicazione.
È una sconfitta per tutti e comunque lo è.
A titolo personale e anche a nome del mio “gruppo da 1”, faccio palese la mia idea: sono Lealista, punto e basta.
Non devo spiegare nulla e neppure mi devo giustificare, però sono pronto a sostenere la scelta con forza e partecipazione; mi aspetto che tutti facciano altrettanto, quale che sia la loro tiepida bevanda.

Sandro Serenari

Vi propongo di postare i vostri commenti precedendoli dalla conferma della posizione che avete deciso per voi.
Siete Lealisti o Rifondatori?

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS

45 Responses to “Lealisti o Rifondatori?”

  1. Igor says:

    Si condivido anche io il sentimento dello scrivente, mi permetto di evidenziarne l’ultimo pezzetto:
    _________________
    “Per questo non mi convincono i distinguo politici, gli appoggi con riserva, i “si” condizionati che rimbalzano in queste ore: si scelga senza vanto e senza rivendicazione.
    È una sconfitta per tutti e comunque lo è”
    _________________

  2. paolo60 says:

    Ottimo il tuo blog che condivido in pieno
    Per quanto riguarda la mia posizione senza se e senza ma sto con la SG quindi secondo i tuoi parametri RIFONDATORE.

  3. faldo says:

    Come sempre Serenari illustra una cartolina dagli sfondi inpeccabili
    Lealista

  4. Federico Dettori says:

    @ Igor
    Condividi? Lealista anche tu?

  5. Federico Dettori says:

    @Nino
    Non hai sete?

  6. duran duran says:

    visto quello che ha combinato gil, non si può non essere rifondatori, quindi con la sg. magari romagnoli può non essere dio in terra, ma spero offra del futuro, cosa che gil non può fare.

  7. Rick says:

    Prosecutore e non Rifondatore, della strada tracciata dalla SG.
    Io sto con la SG

    E’ così semplice

  8. Fra says:

    Sorseggiamo con cautela.. Lealista!

  9. Federico Dettori says:

    Io dovrei essere quello dei “distinguo politici, gli appoggi con riserva, i “si” condizionati”. In più non ho sete: bevo piscio in continuazione da dieci mesi e sono molto vicino a chi, da ancora di più, mangia m… Però devo dire, devo urlare: Io sto con la Fortitudo Pallacanestro (credo proprio di essere Lealista)

  10. Federico Dettori says:

    Io dovrei essere quello dei “distinguo politici, gli appoggi con riserva, i “si” condizionati”. In più non ho sete: bevo pi..o in continuazione da dieci mesi e sono molto vicino a chi, da ancora di più, mangia m…a Però devo dire, devo urlare: Io sto con la Fortitudo Pallacanestro (credo proprio di essere Lealista)

  11. Franceschino says:

    Bell’articolo e giustio tono
    Sto con la Sg fortitudo:rifondatore

    @Nino

    .” O forse sì ma non ho ancora portato il bicchiere alla bocca… ”

    Io invece sono già al terzo giro e non è bello

  12. PaoloCarrara says:

    Lealista Nino, Lealista e Fondamentalista: no assoluto nemmeno e soprattutto al pastrocchio sacrabatinichesistringonolamanosorridendo.
    La F che tifo da 30 anni in questo momento non ha la squadra senior ed è un “pochino nella m…a nelle mani di non so nemmeno io come definirlo.
    Il fatto che qualche volta mi possiate vedere (si fa per dire, nessuno di voi mi conosce) al palaDozza è ampiamente spiegato in miei post precedenti.

    Massimo rispetto per tutte le opinioni!!!!

  13. Fra says:

    Scusa Paolo, la squadra per cui tifi da 30 anni è nella m…a e tu vai al paladozza a tifare un altra squadra? Queste non sono cose strane?

  14. Fabrizio says:

    Secondo me alcuni che dicono di essere lealisti spiegando poi la loro decisione si trovano automaticamente ad essere rifondatori, ma a parte questo io sono Rifondatore almeno fino a che non ci saranno motivazione più che valide per tornare alla F originale ovvero quando non ci saranno più un debito da pagare e sacrak sarà esiliato dalla pallacanestro per non rischiare più di vincere un campionato e di non esserci all’ anno dopo nel panorama del basket italiano, quindi penso mai.

  15. davide says:

    vado controcorrente,anzichè dividersi,e fare il gioco del proprietario dei bavosi,bisognerebbe imporre alle parti in causa SG-ROMAGNOLI-SACRATI di trovare una posizione unitaria,e di ridarci una sola F;la F è il suo pubblico,se il pubblico si divide la F è morta sul tiro di malaventura a forlì,
    abbiamo un’arma staordinaria,che li obbligherebbe a mettersi d’accordo;nessuno si presenta a nessun evento di una qualsiasi fortiferrara o fortiozzano,nessuno paghi un biglietto o un abbonamento,ignoriamoli fino a quando non si mettono d’accordo;dopo un mese vedremo chi è in bluff e chi vuole davvero ridarci la F
    sembriamo un branco di bambini da cortile,che prendono posizione in base alle simpatie.
    questo è quello che proverò a dire il 19 all’assemblea,sperando che qualcuno quella sera abbia un pò di sale in zucca

  16. PaoloCarrara says:

    @Fra
    Non hai letto alcuni miei post precedenti
    riassumo, spero, in breve:
    non sono di Bologna, ho un figlio di anni 10, tifoso da 2 anni fa quando lo portai a Montecatini a vedere la F in A dilettanti e successivamente altre volte al PalaDozza e un altro paio di trasferte; lui è da un’anno che mi chiede di tornare a Bologna ma io durante l’ultima stagione non c’è l’ho proprio fatta.
    Adesso sente parlare di PalaDozza, di Legadue, di Casa Madre, di giocare ancora contro Forlì ecc, ecc, io ho provato a spiegargli le cose cercando di essere più obbiettivo possibile in modo da fargli prendere una decisione autonoma: lui è Rifondatore e quando mi sara possibile lo porterò + che volentieri.
    Per me sarà un’occasione di farmi un giro, vedere un po’ dello sport che seguo da una vita e di salutare una persona che ho avuto l’onore di conoscere e che risponde al nome di Renato Nicolai.
    Tu pensa come vuoi, ma questo per me non vuol dire ne tifare una squadra che non sento mia ne tantomeno una che è sponsorizzata dal sabba.
    A disposizione per ogni altro chiarimento.
    Saluti a tutti

  17. PaoloCarrara says:

    Come avevo detto prima:”Massimo rispetto per tutte le opinioni!!!”… figuriamoci per quella di mio figlio.

    …..purtroppo la mia F non ha una squadra senior per cui io possa tifare e sono assolutamente conscio del fatto che potrebbe non averla mai più!!
    questo non vuol dire, secondo me, che io, adesso, mi debba guardare intorno per vedere chi mi offre di più.

    Arisauti a tutti.

  18. L'oste says:

    Ai Rifondatori, già ribattezzati “Gli infatuati di Giulio” (perché Giulio e’ onesto, perché Giulio merita la chance, perché se ho dato fiducia a Sacrati figurati a Giulio, perché Giulio e’ uno “che i soldi le ha”), rispondo: “Nessuna tempesta distruggerà la nostra fede”, neanche un presidente orrendo e malandrino. Forza Fortitudo. L’oste.

  19. Winnie says:

    A mio avviso la domanda andrebbe riformulata in quanto la scelta non è tra due opzioni equivalenti, bensì tra chi si ostina a voler sostenere la propria squadra del cuore, ancorchè scalcagnata, deleritta e ferma da un anno,e chi (attraverso una formidabile opera di autosuggestione) immagina che un’altra squadra (nemmeno troppo simpatica, invero, ai Fortitudini) opportunamente ridipinta possa essere la propria.

    C’è una domanda a cui i rifondatori (rifondatori di cosa poi?? Di ciò che esiste ancora? Bizzarra pratica…) non riusciranno mai a rispondere: ma se per vostra tremenda jella un giorno il Basket Ferrara camuffato da similEffe giocasse contro l’unica, originale Pallacanestro Fortitudo Bologna voi quale squadra sosterreste?

    Posso comprendere chi ha dei dubbi sull’opportunità di seguire il progetto “Fortitudo 103” finchè la proprietà non cambia ma trovo del tutto incomprensibile (e, per questo, tremendamente ipocrita) chi sosterrà l’orrida creatura che giocherà in legadue spacciandosi per quell’adorata entità con Effe scudata e aquila che tanto ci ha emozionato, fatto soffrire, fatto giore e che per sempre ameremo sconfinatamente.

  20. Igor says:

    @Federico_Dettori_presidente_APASPA

    Dopo anni di SacraK, e di prese per il culo enormi, di “conti a posto se no non sarei qua”, di Coufani e GMAC, di retrocessione alla 1° divisione, credo fermamente che il PISCIO di SG sia vino pregiato!
    Quindi PROSIT! ……. Buonooooooooo!!!!!

    SG tutta la VITA! SG è la madre, mamma, mammella, radice, root, potrei pur aggiungere Gary, Furla, la nostra storia, etc etc, e potrei anche citare lo statuto della APASPA che tu hai scritto, si si lo hai scritto tu, ricordi? rileggiamolo! Articolo(1)…

    …il resto son solo scartoffie e macerie, partite iva, numeri di registro, contenitori vuoti di valori, …anzi pieni di Ciabba…, anzi Arcoveggio & Ciabba…

    N.B. (ovviamente è una opinione personale nel rispetto delle posizioni di tutti, ma io ho la mia idea, e non la baratto, ok?)

    Salutoneeeeees.

  21. Gabriele says:

    Lealista…
    Poi magari andrò qualche volta al paladozza, ma ci andrò con lo spirito con cui quest’anno sono andato a vedere l’andrea costa, la fortitudo conad, forlì: lo spirito di un appassionato di basket e non da tifoso ORGOGLIOSO DI ESSERE FORTITUDINO!
    saluti a tutti

  22. cranfo says:

    Nino,
    sai che sono per la SG ma voglio essere democratico e non offensivo. Non voglio prendere una decisione fino a che qualcuno non mi spiega quale differenza ci sia tra l’acquisizione dei diritti di Ferrara e quelli dell’Alcisa, o quelli di Ozzano o la simil operazione fatta anche da Giorgio Seragnoli con la stessa SG. Attenzione: non è una provocazione e non voglio pareri esclusivamente giuridici (frazie Avv. Dettori se rispondi) perchè da laureato in giursiprudenza so bene che il dirittto non ha una sola faccia. Sinceramente non capisco ma mi chiedo come si possa dire che una soluzione è valida e l’altra no se non si ha a mente che se siamo qui a parlare di Fortitudo il tutto è partito dall’acquisizione di un diritto sportivo rispetto al quale nessuno di noi ha mai scaricato bdilate di merda (o di mortadella se preferite) negli anni in cui le cose andavano bene.

  23. L'oste says:

    Per ripartire bisogna quanto meno morire. E’ come se Gesu fosse risorto senza essere crocifisso; come dichiararsi vedovo con la moglie viva; come cambiare cane perché e’ malato; come cambiare squadra del cuore perché il presidente e’ un bandito.

  24. Gabriele says:

    @ l’oste

    Il vero “succo” di tutti i discorsi, per me almeno…

  25. Shoeless Joe Jackson says:

    La Fortitudo col numero di iscrizione 103, che viene dall’acquisto di un diritto negi anni 60, è in mano di Sacrati, oberata di debiti e non si sa più se tornerà mai a giocare.
    Quindi visto che c’è una F sostenuta dalla casa madre, che sta in via San Felice 101, dove una delle prime volte che misi piede al bar vidi Zatti, Gilmore e Banks, bene, quella è la mia Fortitudo. E se al palazzo in a2 saremo in 2000 benissimo. Perchè l’aprimatic aveva quel pubblico lì prima che cominciasse la rivoluzione di Seragnoli e quindi se saremmo di nuovo in 2000 anzichè in 5000 nessun problema.
    Se Sacrati vuole tenere in vita una squadra che non potrà mai fare un campionato professionistico, io non mi metto di certo ad aspettarlo.

  26. Fra says:

    @l’oste e Gabriele

    Perfetto, proprio cosi..

  27. Franceschino says:

    @oste fra gabriele
    “Per ripartire bisogna quanto meno morire.”

    detta cosi non avete tutti torti

    Ma dipende cosa si intende per morte di una società sportiva,di una squadra
    Solo la radiazione o il fallimento?
    Morte di una squadra è l’impossibilità di scendere in campo e giocare a basket,come l’anno scorso, e come quest’anno
    Si vuole credere(Sacrati o non Sacrati) che il prossimo anno le cose saranno diverse?

  28. tommaso says:

    RIFONDATORE, perchè di sacrati non se ne può più, perchè comunque la EFFE DI SACRATI NON E’ “QUELLA VERA”, perchè se vogliamo proprio essere precisi la fortitudo nasce dalla sg, e dal momento che la sg si affida ad un progetto nuovo questo è legittimato a chiamarsi degnamente FORTITUDO, perchè con sabatini+sacrati mai, perchè romagnoli non mi ha mai preso per il culo, e ci ha messo tutto lo sbatto del mondo…..

    comunque ha ragione DAVIDE, BISOGNA CHIEDERE DI UNIRE LE DUE FORTITUDO ESISTENTI, IN MODO DA AVERNE UNA SOLA E CHIUDERE LA QUESTIONE…..

  29. pic76 says:

    CONTOTERZISTA!!!!!!credo esista almeno una terza via che potrebbe mettere un po’ in pace tutto questo fermento!continuo a ribadire che io nn ci sto a questo gioco al massacro!questi ci stanno tirando per la giacca cn la scusa dello schierarsi a tutti i costi!ma nessuna delle 2 e’ la fortitudo!la fortitudo vera e’ ancora in ostaggio!fermiamoci un anno vediamo cosa combinano questi 2 fenomeni da corsa(CITAZ.)!e dopo vediamo!!!BASTA GIOCARE CN I SENTIMENTI DELLA GENTE!

  30. PaoloCarrara says:

    @pic76
    Contoterzista mi piace!
    La “mia” ( senza voler dire “vera”, “falsa”, “orginale” “copia”ecc.ecc.) F è quella che non potrò seguire perchè non ha una squada senior; non tiferò Romagnoli ma non seguirò mai la succursale del castelmaggiore.
    Ciao

  31. pic76 says:

    @paolo:allora variamo l’ idea dei controterzisti paolo!xke’ qua bisogna schierarsi per forza a discapito dei sentimenti e a me nn va’!trovo che la cosa sia profondamente stiracchiata ed ingiusta.se uno mi dice che vuol vedere del basket vada senza problemi ma nn mi dica che va a seguire la FORTITUDO perche’ la FORTITUDO quest’ anno cm l’ anno scorso,nn gioca a livello senior….CIAO E GRAZIE

  32. Sgu says:

    Io sono leale, non lealista, e lo sono verso la madre di tutte le Fortitudo, quella SG che sta in via san felice e non all’arcoveggio.
    Io sono leale alla nostra storia e a dove essa ha avuto inizio e non dove essa è stata miseramente confinata e tantomeno nel papocchio messo insieme in fretta a furia che vorrebbero propinarci con quella spaventosa stretta di mano Sabatini e Sacrati (che magari manco ce la faranno ad iscriversi).
    L’unica cosa positiva di questa estate sarà la parola fine sull’associazione che emette comunicati in modo quantomeno singolare (a qualche iscritto è stato domandato se si schierasse contro Romagnoli prima di emettere un comunicato in tal senso?) e i cui iscritti vedremo se bocciano davvero il progetto Romagnoli o se (come credo) di sicuro bocceranno l’associazione e andranno al palazzo a tifare la cestistica fortitudo (nome stupendo ancora meglio di quello di prima).
    Per adesso c’è la casa che ha dato inzio alla storia e che intende dare a Romagnoli la possibilità di proseguirla senza che i virtussini da castelmaggiore facciano i puristi e decidano per noi in quale categoria dobbiamo giocare, o che Sacrati prometta per la milionesima volta una cosa che non avverrà.

    Saluti Ale

  33. roberto says:

    beh ma allora il 16 luglio il consiglio federale radiando la società di sacrati cancellerebbe ogni dubbio

  34. Camillo says:

    “Sono preparato a tutto […]. Ma a un fallimento da cui nascano due, tre o più Fortitudo, magari in lite tra loro per il nome, per il simbolo e per la storia, e con il pubblico più bello del mondo che si disperde dietro l’una o l’altra… A questo, lo confesso, non sono preparato. Spero di non doverlo vedere mai. Spero che si rimanga uniti, magari litigando e scazzandoci come solo noi fortitudini sappiamo fare, dietro quell’aquila che soltanto la Fortitudo S.G., da oltre un secolo, può concedere o revocare. E questa unità, a differenza di tutto il resto, dipende da noi: è un impegno che possiamo prendere. Ed è l’unica garanzia (non bancaria, non fidejussoria) che nessuna tempesta distruggerà la nostra fede”.

    Così scrivevo poco meno di un anno fa (e chiedo scusa per l’autocitazione). Ora che anche questo è successo, vorrei provare a fare tre proposte:
    a) proviamo a rispettarci davvero, lealisti e rifondatori, o ‘esserrellini’ ed ‘essegini’, e a esercitarci, in quest’anno in cui l’Aquila sarà – a meno di miracoli – dimidiata, a continuare, nel rispetto delle scelte e delle opzioni di tutti, a considerarci fratelli, nella consapevolezza di essere legati a qualche cosa di più di una squadra di basket, di avere dentro alcuni valori che ci uniscono, che cerchiamo di insegnare ai nostri figli e che ci spingono a volerci bene anche quando ci prendiamo a pugni: è un qualcosa che è nelle nostre mani (a differenza di tutto il resto), e che dobbiamo e possiamo difendere a ogni costo;
    b) immaginiamo dei momenti comuni (salsicciate, partite dei ragazzi delle giovanili, curve per sostenere qualsiasi avversario giochi contro la Vomitevole… e se non è sportività questa, che ci rende davvero cittadini del mondo!), in cui riaffermare che la Fortitudo è un bene di tutti, che ci unisce tutti, a prescindere dall’abbonamento che abbiamo in tasca e del presidente di cui abbiamo deciso di fidarci;
    c) manteniamo in vita l’Associazione, assegnandole un ruolo di equilibrio tra le diverse anime dei tifosi, e il compito di fare ciò che tutti davvero vogliamo: ogni sforzo, cioè, per riunire ciò che oggi è diviso, a rimettere insieme le due ali dell’Aquila, con ogni mezzo che in quest’anno ci sarà dato di trovare.

    “Se riusciamo a sfangarla anche stavolta, con una zampa in Legadue e l’altra in B dilettanti, con una tifoseria che prende strade diverse, pur con la stessa passione e gli stessi obiettivi nel cuore… Se riusciamo a sfangarla anche stavolta, e senza neppure fallire, potremo davvero dire di averle viste tutte, e cominciare a credere davvero che nessuna tempesta distruggerà la nostra fede”, scrivevo sempre circa un anno fa, una sera che avevo esagerato con la grappa.

  35. batman says:

    queste sono raccolte di opinioni che servono solo ad alimentare la faida voluta dalla fossa dei leoni e simpatizzanti
    la fortitudo e’ una sola con sede in via san felice 103 nata dai valori della sg che si riconosce in Gary Shull.
    La fossa solo parvenu e mercenari.
    Avanti con Giulio in serie A.

  36. Luca says:

    Riformatore.
    Penso che in futuro l’unica soluzione per riportarci tutti insieme a Palazzo sia un accordo tra Romagnoli e Sacrati.

  37. riccardo says:

    @ma il batman che scrive non sarà mica il figlio della Moratti?
    Dai toni usati e dal livello degli interventi penso proprio sia lui.

  38. Roberto1969 says:

    Ma perché R. se tanto vuole bene alla Fortitudo e al Paladozza non vuole prendersi carico del mutuo residuo?
    Perché lo ha fatto S.?

    Ohh cavolo quella S. è un po’ ambigua, infatti non capisco ancora chi l’ha messa nella merda la Fortitudo o forse si.

    Per CRANFO: se non sbaglio eri tu in mezzo alla Fossa a leggere il commiato alla virtus con un bel mezzobusto di madrigali. Domande: perché non l’hai letto dalla curva Calori? Oggi quel busto non sarebbe da fare con di fronte la faccia di sacrati e dietro quella di seragnoli?

    Né lealista né rifondatore, solo coerente. E sportivamente parlando, preferisco morire con dignità.

  39. marco62 says:

    non volevo essere offensivo, ma vedendo gli attacchi di alcuni amici della Fossa nei social network a chi non la pensa come loro girano un po’ le scatole.
    ciao a tutti

  40. ilaria says:

    Rifondatrice .. mai più con Sacrati!

  41. Fabio says:

    Nè rifondatore nè lealista.
    Sono stato abbonato continuativamente dal 1980 al 2009. Ho sofferto, gioito, imprecato, etc. in buona sostanza mi sono sempre divertito… anche nelle sofferenze. Quando è il momento di dire basta bisogna avere il coraggio (ed il pretesto) per farlo). Io il funerale alle Fortitudo l’ho già fatto; ci metto una pietra sopra e mi dò ad altro… chi se ne frega di queste beghe da cortile. Mi tengo i ricordi di Cremona, Modena, Treviso, etc. At salùt Fortitudo…

  42. Mauro says:

    Non mi piace il termine Rifondatore, ma è la posizione che scelgo. E’ vero, il titolo sportivo è di Ferrara, ma è solo un contenitore che si poteva riempire con il nostro tifo, i nostri colori, la nostra passione, che non sono mai morti, perchè la Fortitudo è soprattutto fatta di persone, più di un titolo sportivo.
    Ho letto il comunicato della Fossa. Mi fa soffrire; perchè vogliamo arrivare a farci la guerra, perchè questi toni, perchè la completa sfiducia su Romagnoli. Ci siamo già dimenticati che se siamo in questa situazione è colpa di Sacrati, Martinelli, e in parte anche nostra. Quando se n’è andato Seragnoli, e i suoi soldi sono finiti, nessuno di noi sarebbe stato disposto ad un budget ridotto immediatamente ad una drastica riduzione degli obiettivi e delle aspettative, a vivere stagioni di basso profilo con giocatori normali e non più le stelle a cui ci eravamo abituati.
    Mi sono abbonato anche in A Dilettanti, ho voluto dare fiducia a Sacrati, nuovamente, e lui ci ha preso in giro un’altra volta. Come si fa a pensare di dargli ancora credito? Mi ha fatto soffrire troppo, lui e il suo parco delle stelle, PER LUI LA FORTITUDO ERA SOLO QUESTO, IL SUO PROGETTO IMMOBILIARE, nient’altro.

  43. Mauro says:

    …scusate ho dimenticato una cosa importante. Sacrati non è solo il presidente, ma è il proprietario di quello che è rimasto della nostra Fortitudo. Nessuno è riuscito a convincerlo ad andarsene, neanche la Fossa, e lui continua a tenere prigionieri il nostro titolo, i nostri trofei, i nostri cuori. PERCHE’?…e soprattutto, perchè si comporta come se fosse una vittima del sistema che sta cercando di lottare e difendersi, dopo che ci ha sommersi di bugie per 3 anni? Chi mi spiega PERCHE’?

  44. il levriero says:

    lealista comunque, cordata sudaticcia dei soci del bologna no grazie; no a tifosi meticci, trasfigurati come licantropi, mezzi uomini e mezzi ferraresi

  45. il cugino del levriero says:

    ne ho visti diversi di quei licantropi – pascolavano per Altedo in attesa della prossima sagra dell’asparago! (mai vinti, mai domi, mai-àl)

Leave a Reply