Comunicato Associazione 27 luglio

L’incontro di ieri tra i rappresentanti dell’Associazione “Per amore, solo per amore” e i rappresentanti della Fortitudo pallacanestro è stato decisamente improduttivo, stante l’atteggiamento provocatorio e ondivago di chi rappresentava la proprietà; il legale di Gilberto Sacrati, avv. Caterina Caterino, non ha fornito alcuna indicazione specifica circa la situazione economico-finanziaria della società, i suoi piani e le concrete prospettive future. Ci è stata semplicemente prospettata la possibile produzione pubblica di un non meglio specificato “piano industriale” che descriverà le azioni della Fortitudo pallacanestro nella stagione sportiva 2010-2011.
È sconcertante che la proprietà ed i professionisti della Fortitudo, dopo quello che hanno combinato nelle ultime stagioni, non mostrino l’umiltà del ravvedimento e pensino di continuare come se nulla fosse: il loro atteggiamento pugnace ci fa capire che non sono affatto disposti ad ammettere alcun errore, né a farsi da parte. Lo stile è quello sfrontato, di chi ostenta sicurezza e forza, di chi è abituato a tenere il proscenio di bisticci da pianerottolo: tutto questo è tristemente folkloristico, così come molto poco “bolognese” – per chi conosce il significato del termine e della latitudine; crediamo fermamente che i nostri rappresentati non meritino questa irrisione insistita, paradossale ed esibizionistica.
Un ulteriore tentativo in atto è quello di delegittimare il ruolo della nostra Associazione: l’avv. Caterino, dopo aver chiesto un incontro, ha detto alla stampa che non ci considera espressione del tifo. Sapevamo di correre un rischio: di darle visibilità, di consentirle di decantare strategie e tecniche di opposizione, di interdizione e di depistaggio. Abbiamo tentato anche questa possibilità.
Contro l’ostinazione si risponde con ostinazione: stiamo raccogliendo adesioni dei creditori che vanno crescendo di ora in ora. Stiamo vigilando affinché il collegio sindacale della Fortitudo Srl verifichi che il capitale sociale sia ancora integro e, nel caso contrario, ne dia opportuna comunicazione alle autorità competenti. Restiamo al fianco della Fortitudo SG per aiutarli a dirimere la questione del marchio: chiediamo sostengo e solidarietà a tutti i tifosi, perché noi, per rendere efficace la nostra azione, abbiamo bisogno di sentire il supporto di tutti. Perché sia chiaro, che l’Associazione non si scompone davanti a pantomime strillate, illazioni e pettegolezzi levantini: noi vogliamo soltanto andare fino in fondo!

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS

44 Responses to “Comunicato Associazione 27 luglio”

  1. GIOVANNI M. says:

    GRANDI!!!!! GRAZIE, QUESTO E’ QUELLO CHE CI ASPETTIAMO DALL’ASSOCIAZIONE, UN PATRIMONIO STRAORDINARIO PER LA CITTA’ E PER IL PANORAMA SPORTIVO ITALIANO ED EUROPEO DEVE ESSERE ASSOLUTAMENTE SALVAGUARDATO; PRONTI PER DARE UN FUTURO ALLA NS FORTITUDO!!!
    FORZA NINO, FORZA RAGAZZI, FORZA TUTTI MA PRORIO TUTTI I TIFOSI DELLA FORTITUDO, IL CAMMINO E’ IMPERVIO MA NOI SIAMO LA FORTITUDO.

  2. Fabrizio says:

    Direi che a questo punto dobbiamo veramente pensare ad una alternativa perchè è chiaro che Sacrak non molla il pezzo quindi l’ idea di una squadra alternativa mi sembra la più concreta chiamandola come volete poi quando sacrak fallisce se fallisce si compra con i soldi dell’ associazione il simbolo dal liquidatore fallimentare del tribunale. Forse ho detto una stronzata ma qua ce caso che per 3-4-5 anni non si va a vedere nulla che sia la Fortitudo o una squadra alternativa che potrebbe poi deventarla con l’ acquisto del simbolo(vedi Salrernitana). Finchè abbiamo tempo pensiamo all’ ipotesi Budrio in B dilettanti. Fare una riunione dell’ associazione per valutare queste ipotesi sarebbe una cosa fatta bene anche per decidere come spendere i soldi, dare la possibilità alla gente che lo desidera di riprenderli se non si riconosce più nel progetto iniziale per cui è nata l’ associazione (salvare questa Fortitudo in Lega due) visto che è stato detto che prima di spendere un solo centesimo, e su questo non ho dubbi in quanto considero l’ associazione una cosa seria e ben fatta, si sarebbe dovuto riunire e fare una votazione.

  3. Lorenzo says:

    Dobbiamo in qualche modo chiamare a raccolta più tifosi possibile. Potremmo distinguere tra soci finanziatori che eseguono il bonifico e soci standard che chiedono la mera iscrizione senza diritto di voto e che di fatto delegano I soci finanziatori a votare le decisioni dell’Associazione.

  4. giorgio says:

    Benissimo il pezzo in neretto!!!
    Andiamo avanti, ci farà mica paura una “caterinacaterinoqualsiasi” che strilla, no? 🙂

    TUTTI UNITI PER LA F!!!

  5. Fabio says:

    quoto Fabrizio e Andy: avanti con BUDRIO, la vera Fortitudo è quella che ogni tifoso si porta dentro al cuore…. CORAGGIO

  6. PaoloCarrara says:

    AVANTI RAGAZZI!!!!!!
    Piena fiducia all’Associazone e far terra bruciata intorno a sacrak; un appello ai creditori: fatelo fallire, lui e la sua amica caterina!

  7. PaoloCarrara says:

    Piccola divagazione: Malaventura a Casale Monferrato.
    Buona fortuna Matteo, spero che ci porterai nel cuore come noi porteremo sempre te e tutto il magnifico gruppo di quest’anno.
    Grazie!

  8. roberto says:

    piccolo appunto fabrizio budrio ha fatto richiesta di C regionale e rinunciando alla B dilettanti ci si dovrà nel caso accontentarci di ripartire dalla C regionale(6 livello)

  9. roberto says:

    in quanto hanno già fatto i gironi e relativi calendari di A B C dilettanti

  10. Massimo Mota says:

    Col tempo mi pare chiaro che sia sempre meno probabile salvare capra e cavoli. Quindi è ora di prendere un orientamento alla luce anche dell’incontro che non è stato inutile, ma mi pare di capire sia stato illuminante. Zero dialogo. E’ un fatto. Ha scritto bene chi ha scritto che la Fortitudo siamo noi. L’ho detto anche tempo fa: la F è dove sono i suoi tifosi, non dove c’è una coppa o un 103. Figuriamoci che non è nemmeno dove c’è un giocatore, per quanto simbolico, o un allenatore. Non parliamo di un Presidente. A un certo punto bisogna aver la forza di saper scegliere e scegliere vuol dire anche aver la forza di fare rinunce. Le proposte ci sono. Io rispetto a quella di Budrio, secca, ne vedrei meglio un’altra. Con 300.000 si può fare di più, e poi dopo si coinvolge Budrio o chi ci sta, ma si mantiene una supervisione o comunque un ruolo di garanti (35%?), non da esterni ma, per una volta tanto, da protagonisti. Non è qui il luogo per farla lunga ma credo fermamente che nell’iniziativa popolare, vera, ci sarebbe soddisfazione, non solo sportiva, anche per chi ha versato l’obolo…. Per farlo occorre la disponibilità della SG. Se questa ne ha voglia si fa una cosa con credibilità, coinvolgimento e cuore. Unica. Del resto senza tifosi il Sig Sacrati non va lontano ed è intuibile che in questa ipotesi anche il Paladozza, dopo qualche mese, si renderebbe disponibile. Secondo me, giunti a questo punto, l’ipotesi è più che fattibile. Finalmente si farebbe una squadra tra persone il cui obiettivo è fatto di sudore e conquiste sul campo anziché sul piano regolatore. Vedete voi. Tenete conto che ad oggi gli unici soldi in ballo sono quelli dell’Associazione. Valorizzarli subito vuol dire evitare di fare il gioco, domani, dell’ennesimo investitore con altri fini o, se va bene, di essere strumentalizzati da chi ha atteso fin qui il disastro non senza cinismo. Buon lavoro

  11. PaoloCarrara says:

    Ho paura che il fatto di rimanere senza tifosi non gli freghi granchè; lo sa benissimo che non avrà più nessuno che lo seguirà ma si guarda bene dal mollare la presa; se avesse preso la F mosso da passione per lo sport, per la storia gloriosa di questa società e per il suo impareggiabie pubblico, di fronte alla gente che lo abbandona non avrebbe più motivo di accanirsi in questo scempio ( e soprattutto non saremo arrivati a questo punto); ma lui la F, lo abbiamo imparato sulla nostra pelle, la presa per interesse, perchè ci ha visto la possibilità di uno sbocco per fare qualcosa a Bologna ( parco delle stelle ecc.) e finchè avrà ancora una speranza di realizzare qualcosa, perchè in ballo qualcosa ancora c’è, questo non si schioda di li, con o senza tifosi, con o senza prima squadra, perchè quello che gli interessa è mantenere in vita la società spendendo il meno possibile per poi, eventualmente, investire in quello per cui ci ha distrutto.
    Ceditori uniti, avanti con le istanze!

  12. mexicano says:

    ma caterina caterino caterini caterine caterinu, lo sa che non verra’ pagata?

  13. michele says:

    Chi pensa e scrive “avanti con Budrio” o “fanculo i trofei” NON ha capito lo spirito Fortitudo decantato da Paolo Santi in riunione: chi tifa EFFE è un utopista a prescindere!!
    la FortiBudrio NON avrà me, che sono 1 solo, ma rischia di non avere nemmeno la Fossa che per coerenza potrebbe sciogliersi

    l’unico salvagente che abbiamo per non imbastardirci è la Casa Madre

    infine: 1 ma anche 2 anni senza la EFFE per poi ripartire puliti non DEVE essere un problema perchè ricordo a tutti che NOI NON SIAMO I VIRTUSSINI

  14. Nadia says:

    Sostegno e ringraziamento ad oltranza all’Associazione e a chi si sbatte in prima persona alla ricerca di una soluzione.
    Assolutamente d’accordo con Fabrizio e Andy: LA FORTITUDO SIAMO NOI e l’unico vero obiettivo è quello di restare compatti cercando in qualche modo di ripartire dalla casa madre.
    Forza ragazzi!

  15. Roberto Brusco says:

    dai Nino!!! stai facendo un grandissimo lavoro e poi noi abbiamo due maroni che a sacrak e alla cateterino gli facciamo un c… come una capanna. daiiiiiiiiiiiiiiiiii

  16. michele says:

    per Nadia Fabrizio Andy e altri: la FortiBudrio è quel mostro che NON ci farà restare uniti

    avanti col fallimento per ripartire dalla Fortitudo SG
    il resto è sbagiuzza

  17. Marco says:

    piccolo appunto a roberto che faceva l’appunto a fabrizio. La Budrio che ha fatto richiesta per la c regionale, non é la stessa Budrio di Romagnoli, ma un’altra società.

  18. paolo says:

    La Fortitudo non è un numero di affiliazione o n marchio. La Fortitudo è la passione e l’idea che coinvolge migliaia di persone non solo a Bologna, ma in tutta Italia.
    Siamo finiti nelle mani di un deliquente che vuole distruggerci. Questo non è certamEnte una nostra colpa, ma deve rappresentare l’orgoglio per una rinascita che vede noi tifosi , probabilmente primo caso al mondo,veramente attivi e protagonisti. Se un giorno rivedremo la nostra F in Serie A entrereremo veramente nella storia.
    GRAZIE NINO E FORZA RAGAZZI CREDIAMOCI

  19. Monica says:

    Massimo sostegno all’Associazione.
    Non cominciamo a pensare alle alternative adesso, andiamo avanti per riportare dignità alla F.
    Orgoglio di essere fortitudina ora più che mai!

  20. paolo says:

    Per Michele
    Sono d’accordo che il nostro punto di riferimento deve essere la SG FORTITUDO da quale proveniamo. Io che sono un tifoso pre era Seragnoli mi da più senso di appartenza la SG che non la SRL che era proprietà esclusiva di Seragnoli prima e degli Innominabili poi.
    Non trovo comunque così traumatico comprare i diritti del Budrio di Romagnoli che ci permeterebbe di ripartire da qualche gradino più in su, senza dimenticare che per aspirare poi a salire ai piani pià alti c’è bisogno di
    un nocciolo di duro di almeno 3500/4000 tifosi
    l’appoggio di qualche imprenditore
    l’appoggio di qualcuno che conta nelle istituzioni cittadine (Tonelli Ascom?)

  21. Fra says:

    Oggi ragazzi mi piacete un po di più.. per fortuna leggo qualcuno che non ha ancora perso di mira l’obbiettivo principale.. Quello di combattere x riappriopriarci della nostra storia! L’associazione è questo che sta facendo e di conseguenza ha il pieno appoggio della casa madre e viceversa e questa è una componente importante.. Per favore possiamo ricominciare a remare tutti dalla stessa direzione e per un attimo fregarcene del lato sportivo della b dilettanti della futurbudrio e quant altro e sbatterci insieme! E vediamo dove arriviamo.. Altrimenti non facciamo altro che dare credito alle parole della Caterino!! Poi se tutto va come prevedono in molti a quel punto ognuno farà la propria scelta, chi la domenica andrà ad Ozzano chi a Budrio e chi al parco come me e come la fossa probabilmente.. ma queste sono cose che decideranno loro! Io non tiferò nessun altra fortitudo perlomeno alla luce delle alternative impazzite che vengono fuori tutti i giorni.. Ma fino alla fine bisogna provarci e soprattutto unire le forze sempre più x me è fondamentale..

  22. matteo says:

    L’ultimo intervento della Fra x quanto mi riguarda è perfetto!
    Brava
    Matteo

  23. marco says:

    monica,fra,nadia ,matteo,ecc, tutte parole sensate,e vedo che la pensiamo tutti cosi’…tutti uniti per la effe, via la effe da imbroglioni e gentaglia,via la effe da sacrati, SG-ASSOCIAZIONE E COMUNE .NONCHE’ TIFOSI CONTRO L’UOMO MALEFICO, PARTIRANNO LE ISTANZE DI FALLIMENTO E LODI… SACRATI AL MURO…… COSI’ SI LEGGE E SPERO SIA COSI’…. poi come dici tu fra ,alle alternative si pensera’….. complimenti ragazzi…. NINO SEMPRE IN AUGE COMPLIMENTI PER L’ASSOCIAZIONE marco

  24. giorgio says:

    INTERVISTA A DON GIOVANNI SANDRI, DIRETTORE DI SG FORTITUDO

    http://www.bolognabasket.it/bologna/articolo.aspx?ID=19377

  25. roberto says:

    ok è un’altra ma visto che la sg fortitudo appoggierà la candidatura di romagnoli con budrio… altre alternativa non esistono anche se i tempi per la dichiarazione di fallimento.. saranno forse lunghi e questa’anno si rischia di stare a guardare

  26. michele says:

    http://www.sgfortitudo.it/pallacanestro/pages/home/index.asp?w=pages&r=20&pid=22
    Chi l’avrebbe mai immaginato?

    roba nota a molti e datata 1966…
    quando si compra un titolo sportivo da 2 squadre che esistino ne resta 1 sola e per il movimento basket non è cosa buona: questa è la battaglia coerente portata sempre avanti della Fossa…vedi un pò!!

  27. boliviano says:

    se non si fosse pisciato sulla tomba della irtus e se non si fosse canticchiato “a noi non succederà mai”, non saremmo a questo punto

  28. matteo says:

    Con i se non si fa mai la storia, e nessuno può dire con serietà quello che sarebbe avvenuto ove la storia non avesse camminato come effettivamente ha camminato (cit.)

    Un passo alla volta.
    Adesso ciò che unisce tutte le anime del tifo fortitudino è la battaglia finale contro Gilberto Sacrati.
    Ed è bene che CAT( e Rina e Rino) WOMAN sappia che su questo punto non riuscirà a disunirci.
    L’esito di questa battaglia può produrre 2 diversi scenari :
    1) Concordato e salvezza della Fortitudo
    2) Fallimento e morte della Fortitudo.

    Con lo scenario 1 credo che si marcerà tutti uniti anche dopo.
    Con lo scenario 2 ognuno secondo la sua sensibilità farà quello che crede.

  29. paolo says:

    Per Andy
    C’ero anch’io quel Gennaio del 72 quando Picchio Orlandi all’ultimo secondo segnò il canestro del +1 in una partita già persa.
    Pesaro mi sembra fosse sponsorizzata dalla Tropicali e fu anche la partita del cazzottone di Pickens americano di Pesaro al proprio allenatore Rinaldi.
    Avevo 12 anni e alla soglia dei 50 vedere finire così la definerei “una grande amica” con la quale ho condiviso gioie e delusioni per più di quarant’anni fa veramente male. Chi non capaisce queste cose è un essere arido privo di sentimenti umani.

  30. paolo says:

    X Boliviano
    La pisciata sulla tomba della Virtus fu una trovata infelice e squallida di Bazzani che mostrò la maglietta dopo un gol con la Sampdoria, ma fu seguita da pochissimi tifosi della Fortitudo. Come fu infelice la dichiarazione di Basile “godo come un riccio”
    A parte qualche gesto goliardico come il busto di Madrigali al Palazzo mi sembra che la sparizione della Virtus sia passata fra i tifosi più nell’indifferenza che ngli sfottò. Lessi anche che la Fossa nel momento della radiazione si era resa disponibile a collaborare per trovare una soluzione.

  31. matteo says:

    Andy la tua posizione è più che rispettabile.
    Peccato che tu disprezzi neanche troppo sottilmente le posizioni degli altri.
    Così giusto per la cronaca vorrei ricordarti che non ci sono solo quelli che hanno pisciato sulla tomba ma anche quelli che hanno fatto i busti o anche quelli che con “Sacrati zero abbonati” e poi si sono abbonati(non tutti alcuni sono rimasti realmente a casa) ed hanno presenziato al palazzo con tanto di striscione.Poi ci sono quelli che è un anno buttato e quelli che siamo ai raduni di Star Trek poi erano tutti (quasi tutti) a Forlì a masturbarsi dalla gioia.

    Ribadisco che con i se non si fa mai la storia.

    Piantiamola con le guerre fratricide.
    Stiamo uniti per buttar giù Sacrati.
    Poi ognuno farà le sue scelte.

  32. matteo says:

    Paolo che nel 72 aveva 12 anni ti chiedo una cortesia.
    Puoi aggiungere al tuo nome 1960 o qualcos’altro che possa permettere di distinguerti da altri Paolo che scrivono qua sopra ???
    Io ti avevo scambiato per un altro Paolo.

    GRAZIE

    P.S. I 4 interventi in questa “sezione” sono tutti i tuoi ???

  33. GIOVANNI M. says:

    A CASA IL NOSTRO NON PRESIDENTE CHE HA TENTATO ( E MAI CI RIUSCIRA’) DI RIDURCI IN MACERIE, E’ QUESTO NON DIMENTICHIAMOCELO MAI E’ LA PRIMA CONDIZIONE;
    POI PERO’ TUTTI UNITI PER IL FUTURO DI “1.500” ANNI DELLA NOSTRA FORTITUDO;
    PERCHE’ UN MONDO SENZA LA FORTITUDO E’ COME SE LA TERRA ALL’IMPROVVISO NON AVESSE PIU’ ACQUA!!!
    IO SCELGO LA FORTITUDO!!!

  34. matteo says:

    Bene Andy.
    Guarda io non voglio fare nessuna reprimenda.
    Leggo volentieri le tue opinioni e quelle di tutti gli altri.
    Quelle più lontane dalle mie le leggo con maggiore attenzione.
    Mi da solo fastidio quando mi sembra di leggere accuse o non rispetto.

    Comunque sull’unità contro Sacrati siamo d’accordo ed è al momento la cosa più importante ed urgente.

  35. paolo60 says:

    x Matteo
    Ora ho messo Paolo 60. I miei interventi sono stati quello del 28/7 ore 10.43 e quello del 29/7 ore 19.52

  36. Fra says:

    Ragazzi.. Ma domani dite che si può andare in d’azeglio a far sentire la nostra vicinanza come sempre oppure sarà una conferenza esclusiva x la stampa? Sono in attesa di notizie sulla ammissione o meno della effe alla serie C. X il momento nessuna novità, ma non so francamente forse dovremo sperare che non veniamo ammessi nemmeno li in modo che Sacrati accusi un altro duro colpo? Oppure dobbiamo sperare almeno in questa ammissione? Non so.. Magari domani verrà fatta più chiarezza anche per quel che riguarda questi punti..

  37. roberto says:

    non vengono ammessi visti i debiti

  38. Fra says:

    Quindi è un bene? Un punto a nostro favore no se non ci ammettono nemmeno li?

  39. roberto says:

    adesso resta solo il fallimento..sacrati non ha scampo

  40. marco says:

    la fortitudo srl non e’ stata ammessa alla c regionale, forse per i debiti, ma anche per i regolamenti,al massimo poteva chiedere 1 cat superiore, la prom, cosi’ come budrio 65 che poteva chiedere la serie d ….. si spero che lo mettano alle strette ..CONFIDO NELL’ASSOCIAZIONE CARO NINO E NELL’SG -FORTITUDO,E NEL COMUNE E NEI CREDITORI….. marco

  41. Fra says:

    Bene eh anche questa è andata.. A questo punto voglio vedere che razza di piano industriale approveranno lunedi!! E cosa ci gioca al paladozza.. Peccato solo abbia in mano ancora i giovani, per me la sua intenzione è quella di non giocare alcun campionato professionistico.. Fremo dal conoscere le mosse successive dell’associazione domani!

  42. roberto says:

    Nel giorno in cui la FIP Regionale boccia la richiesta di C regionale, condannando la Fortitudo al campionato di livello più basso possibile, la Prima Divisione, Gilberto Sacrati ha compiuto alcune mosse che dimostrano che al timone della Fortitudo Pallacanestro srl c’è lui e solo lui, e che non ha la minima intenzione di mollare.
    Per scongiurare il pericolo dell’istanza di fallimento da parte della casa madre SG Fortitudo e dell’Opera dei Ricreatori, Sacrati ha saldato le spettanze relative al marchio e all’affitto per la palestra Furla e per gli appartamenti a uso Foresteria per i ragazzi delle giovanili, utilizzando (pare) parte dei proventi ricavati dall’ennesima operazione immobiliare. Inoltre sono stati saldate alcune pendenze relative a contratti di collaborazione per il settore giovanile.
    Tali operazione impediranno la presentazione di istanze di fallimento (ma vi sono altri creditori – che stanno venendo radunati dall’Associazione “Per amore solo per amore” – che potrebbero agire), ma probabilmente non la causa per ottenere la “revoca” del marchio da parte di SG Fortitudo, ormai in rottura prolungata con Sacrati e intenzionata ad andare avanti.
    Inoltre, dato che nelle passate stagioni il logo Fortitudo ̬ stato utilizzato contemporaneamente da SG Fortitudo Рaffiliazione 39117 Рe Fortitudo srl Рaffiliazione 103 Рsia per le giovanili che per la prima squadra (finch̬ la casa madre ha avuto una squadra in Prima Divisione), in teoria nulla impedirebbe alla casa madre di iscrivere anche una propria prima squadra col logo Fortitudo, magari cedendolo a un soggetto ritenuto affidabile (Budrio?).

    Mentre un altro dei giocatori dello scorso anno si accasa (Sorrentino a Barcellona Pozzo di Gotto) – infine – Gilberto Sacrati potrebbe essere presente alla Cerimonia di lunedì 2 agosto per il 30° anniversario della Strage di Bologna, nella quale il patron biancoblu perse la nonna e la zia, mentre il cugino Paolo, allora 13enne, rimase gravemente ferito.

    Bruno Trebbi

  43. Fra says:

    Si l’ho letta anche io questa notizia su bologna basket ieri sera.. Selleri stamattina nel suo articolo però non l ha confermata, e parla ancora di grave morosità e possibile istanza di fallimento da parte della sg.. Staremo a vedere se saranno indiscrezioni veriterie.. In tutti i modi cambia poco credo. Io attendo novità importanti da d’azeglio alle 10. Buona giornata.

  44. Fra says:

    Intanto anche Gennarino Sorrentino si è accasato! Un grossissimo in bocca al lupo anche a lui.. Mai come quest’anno mi spezza il cuore veder questa squadra sciolta e vedere questi ragazzi andare altrove.. ma tant’è.. abbiamo problemi piu grossi di questo purtroppo..

Leave a Reply