Aggiornamento al 12 luglio

Aggiornamento ore 9.00 di lunedì 12 luglio:

€ 246.069

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS

6 Responses to “Aggiornamento al 12 luglio”

  1. biagi says:

    Oggi,non voglio scrivere cio’ che penso di Sacrati,voglio provare ad entrare nel suo animo,nella sua coscienza,di come si possa sentire per quello che ha fatto:ha ucciso il bambino che ognuno di noi ha dentro,e che ognuno di noi ha provato di salvare compiendo il versamento.Se ci fosse stato chiesto di tagliarci un dito(esagero eh!)lo avremmo fatto,per la Fortitudo, che è l’ossigeno che ci ha sempre consentito di mantenere in vita il bambino.Ogni volta che attraversavo il semaforo per andare al palazzo,ogni volta che salivo i gradini,ogni volta che entrava la squadra, lui godeva. Se si perdeva ci rimaneva un po’ male,ma era gia’ pronto per la prossima volta.Sacrati deve sentirsi colpevole di questo delitto,come anche chi speculando approfittera’ della situazione.A noi non resta che sperare in cio’ che diceva De Andre’:”dal diamante non nasce niente dal letame nasce un fiore.”Piu’ letame di questo in cui ci ha cacciato Sacrati non si puo’

  2. Forza Fortitudo ! says:

    Vorrei precisare una cosa. Ci accorgiamo solo ora del letame in cui la Fortitudo versa ? Non credo che si arrivi a questa situazione così dal nulla. per molto tempo abbiamo probabilmente messo la testa sotto la sabbia per non vedere una situazione che era già critica.

  3. marco says:

    il letame c’era gia ‘ da 365 giorni per non dire dal 2009, se la fip non avesse fatto quello che fara’ gia dallo scorso anno….
    ma visto che il fallimento e’ stato ritardato di 365 giorni, ma devo ammettere che hai ragione….. abbiamo permesso ad un certo signore d’irridere tutti per 1 anno…si e’ anche colpa mia,,, marco

  4. Massimo Mota says:

    Cambiano i Presidenti e i dirigenti cambiano i giocatori e gli allenatori, cambiano anche gli assetti societari e i palazzi dello sport. Questo accade nello sport da sempre. I colori e i tifosi invece restano e sono il più grande valore di una società sportiva, il suo patrimonio. A questi deve quindi andare il rispetto di tutti, giocatori e presidenti compresi. Se poi i tifosi si tolgono di tasca l’impossibile per quei colori, siamo di fronte ad una vera rivoluzione nei rapporti tra pubblico e squadra. La realtà che oggi appare dolorosa va affrontata senza illusioni e con fiducia in quel valore unico. Ma va affrontata anche con spirito pratico. Comprereste un’auto usata da Sacrati? Forse no. Questo lo pensano in molti, rendiamocene conto. Nulla ha fatto il Presidente per rendersi credibile, come ad esempio annunciare la possibile vendita in tempo utile a far capire, a chi forse interessava l’acquisto, come stavano le cose per poi decidere. Ancora oggi non si sa nulla, eccetto i debiti federali (1.700.000), forse la punta dell’iceberg. Da qui l’assenza di investitori. Resta quindi una sola certezza, un pubblico enorme ed enormemente attaccato alla squadra. E’ un punto di forza. Non serve rassegnazione e nemmeno frenesia. Serve realismo e poi ce la faremo. Salvare la Fortitudo può voler dire molte cose, bisogna crederci e avere i piedi in terra. D’altra parte non siamo una roba qualunque, siamo la Fortitudo e nessuna tempesta….

  5. Marco Rambaldi says:

    Scusate ragazzi, però se quello che c’è scritto oggi sul giornale è vero tra un ano potremmo essere di nuovo in serie A. se prendiamo il diritto di Ozzano e facciamo la lega2 con una specie di Futurfortitudo mandiamo da una parte a fondo sacrati e dall’altra ci riprendiamo la nostra F. vabè abbiamo preso in giro quelli di Castelamggiore ma arrivati a sto punto facciamo 1-1 palla al centro e noi non prendiamo più in giro loro e viceversa. sarà che io vengo a palazzo da 6 anni e le vecchie robe non le so però perchè non andare a prenderci il titolo di Ozzano?
    sempre forza Fortitudo

  6. Fabrizio says:

    Marco sono pienamente d’ accordo con te perchè l’ orgoglio in certi casi va messo da parte quindi anche con il titolo del gira la gente sarà sempre quella della Fortitudo.Sempre meglio che partire dalla b dilettanti con la stessa manovra.

Leave a Reply