2 luglio – Renzo Angori

angori2

Renzo racconta gli anni 80

Premetto: questa è stata una puntata in piena nostalgia. Che sentendo aria che gira in questi giorni, aria di smobilitazione forzata, è il minimo!
Mi rendo conto che ormai quando penso alla Fortitudo e agli ospiti da chiamare, parte un turbine di ricordi che si ferma a qualche anno fa.
Per me, tra i giocatori, Gianluca Basile rimane l’ultimo (in termini di tempo) a cui penso. Anche per Davide Lamma mi succede di pensare più a quello che gioca con la maglia di Giacomo Zatti che al capitano della Fortitudo.
Forse perchè il nostro pensiero filtra cercando tra le cose belle e tende a dimenticare le cose che non gli piacciono. Quando poi vai molto indietro nel tempo allora è un trionfo di bei ricordi…

angori1

Carrambata con Jack e Iaco

Renzo Angori è stato il direttore sportivo della Fortitudo dal 1980 al 1987. Un altra Fortitudo, quella di Germano Gambini e Armando Caselli. Una Fortitudo che viveva molto sull’affetto delle persone per le persone. Nel bene e nel male. A Renzo chiedo dell’arrivo a Bologna di John Douglas.

Sono affezionato a Renzo, ai tempi in cui giocavo in Fortitudo lo chiamavo per dirgli i voti che prendevo negli esami all’Accademia di Belle Arti e quando parliamo degli anni Yoga (sponsor della Fortitudo dal 1983 al 1988) gli faccio una piccola Carrambata…

Al telefono Giacomo Zatti dal suo ristorante Huracan Caf̬ a Punta Cana РSanto Domingo e Massimo Iacopini dal suo ufficio in Benetton a Treviso.
Per Renzo, Giacomo è ancora Striscio, il soprannome che Zatti si è tenuto fino a quando non è diventato capitano della Fortitudo e quindi Jack. Il soprannome gli deriva dal suo strisciare le scarpe da ragazzino quando giocava nella Salus S.G.Fortitudo.

Sul fronte attualità le novità non ci sono ma l’aria è pesante, molto pesante…

Tags: , , , , ,

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS

2 Responses to “2 luglio – Renzo Angori”

  1. willy says:

    ECCO LA MIA FORTITUDO
    CIAO RENZO

  2. Niro says:

    NINO CHE ERI UN GRANDE LO SAPEVO, MA QUI HAI SUPERATO VERAMENTE TE STESSO !!! COME RENZO ANGORI … AVEVO I BRIVIDI ANCH’IO A SENTIRE TE RENZO JACK E IACO CHE PARLAVATE DEGLI ANNI 80′ … ANNI IN CUI ANCH’IO ERO APPENA ARRIVATO NELLE GIOVANILI DELLA “F” , ED HO VISSUTO MILLE AVVENTURE CON VOI IN PRIMA SQUADRA………. ANNI INDIMENTICABILI CHE PORTERO’ PER SEMPRE NEL MIO CUORE… DAVVERO GRANDE NINO !!!
    UN ABBRACCIO
    NIRO

Leave a Reply